La Compagnia del Birùn, Associazione Culturale e Teatrale, si è costituita a Peveragno (Cuneo) nel 1991 per allestire il “Birùn”, un’antica canzone sceneggiata della tradizione peveragnese che narra le vicende di un personaggio storico, Charles de Gontaut, Duca di Biron, Dordogne (1562-1602), il cui ritratto compare nel logo dell’Associazione. Amico del Re di Francia Enrico IV, condannato forse ingiustamente per tradimento, “Birùn” rifiuta la grazia del Re piuttosto di dichiararsi colpevole e nella sua dignità e nel suo orgoglio i peveragnesi si sono riconosciuti eleggendolo maschera rappresentativa del paese. L’Associazione che da lui prende nome intende ricercare, recuperare, incrementare e promuovere il patrimonio della lingua, della cultura, del territorio e delle tradizioni locali principalmente attraverso il Teatro, inteso come forma primaria di comunicazione e di animazione collettiva. Per le sue attività l’Associazione conta sui proventi delle quote d’iscrizione dei soci, sui contributi di Enti pubblici e di privati, sugli utili di iniziative stabili e occasionali e, non avendo fini di lucro, ogni suo bene, al netto degli oneri, viene devoluto per le finalità statutarie.È amministrata da cinque membri eletti ogni tre anni e conta sul contributo attivo di un’altra decina di soci. (da www.compagniadelbirun.it)