Filosofo (cioè amante del sapere) è nato a Cuneo il 13 ottobre 1930 da antica famiglia cuneese. Laureatosi in Giurisprudenza nel 1953, dopo un breve periodo come insegnante di diritto ed economia all’Istituto per Geometri e Ragionieri Bonelli ha continuato lo studio legale di suo padre Avv.to Riccardo Sartoris prematuramente scomparso nel 1959. Nell’attività di civilista presso il Foro di Cuneo ha avuto modo di interessarsi del diritto minorile (curando fra l’altro il caso della bimba filippina Serena sottratta dai Giudici del Tribunale dei Minori alla comunità racconigese), del diritto bancario ed in campo teorico curando la pubblicazione giurisprudenziale “Rassegna Giuridica Pedemontana” e introducendo in Piemonte l’informatica giuridica. È sposato e vive tuttora con la stessa moglie (amata e stimata), e con cui ha avuto due figli, un maschio ed una femmina. Come cittadino si è interessato di politica ricavandone solo delusione e rabbia, mentre dalla fiducia dei cittadini è stato nominato nell’anno 1970 Presidente della PRO CUNEO dove ha potuto realizzare vari eventi come la partenza nazionale del CANTAGIRO. Con la fama di cantanti come Adriano Celentano, Gianni Morandi, Caterina Caselli e molti altri artisti fra cui le famose sorelle Kessler. Il CANTAGIRO ha consentito a Cuneo, per la prima volta, di essere presente nella televisione nazionale. Sono seguiti, con alterne fortune, gli eventi dell’ARTE IN VETRINA, del SALONE DEL GUSTO, della collaborazione alla ADUNATA NAZIONALE DEGLI ALPINI nell’anno1971 ed alla stesura del progetto della Fiera Commerciale di Cuneo che è stata poi realizzata per decine e decine d’anni con sempre maggior successo. È stato giornalista della Gazzetta dello Sport e console provinciale del Touring Club Italiano. Dopo più di cinquant’anni di professione, premiati con medaglia d’oro dell’Ordine degli Avvocati del Foro di Cuneo, è andato in pensione. Liberato dall’età dai lacci del lavoro e dai lacciuoli della vita sociale, si è inventato l’arte fattuale e con questa scrive, opera e soprattutto si diverte. Nell’anno 2005 con Marcello Delfino, ultimo membro della famiglia del Prof. Eugenio Delfino per 37 anni primario del vecchio Ospedale S.Croce di Cuneo, ha dato vita alla FONDAZIONE CASA DELFINO, organizzazione culturale senza fini di lucro, con cui ha potuto realizzare varie iniziative ed eventi. Uno di questi eventi è dedicato al folklore e si chiama WORLD FEST FEST. Si tratta di un FESTIVAL CINEMATOGRAFICO INTERNAZIONALE che si svolge a Cuneo ogni anno a partire dal 2008.