Ha conseguito la maturità classica al Liceo Silvio Pellico di Cuneo e si è laureata in Matematica nel 1977 all’Università degli Studi di Torino. Già docente di Matematica e Fisica nei Licei di Cuneo, ha collaborato con la Casa Editrice Paravia – Pearson in progetti innovativi di testi scolastici. Si è dedicata all’orientamento degli studenti verso le Facoltà Scientifiche mettendoli in contatto con le realtà più stimolanti. Dal 2012 è onorata di far parte del corpo docente dell’UNITRE di Cuneo e nel corso degli anni ha condiviso con gli associati una serie di argomenti che da sempre la appassionano. La matematica della Natura è stata riscoperta con la Geometria dei Frattali e le proporzioni dell’Arte sono state descritte attraverso il Numero d’oro. La personalità di Giuseppe Peano con la sua originale curva ha stimolato l’orgoglio cuneese. Il fascino delle Donne protagoniste della Storia della Matematica ha fatto apprezzare il lato umano di una materia che appare ostica in generale, e sembra essere riservata al genere maschile. Le opere grafiche di M. C. Escher hanno suggerito una nuova visione dell’infinito. La Geometria ha destato meraviglia attraverso la descrizione matematica del fiocco di neve. La Storia degli Insiemi Numerici e di come sia nato il linguaggio matematico ha aperto nuovi orizzonti sull’Algebra, fino alla Storia dei Numeri Primi, definiti “numeri senza tempo”, protagonisti della moderna Crittografia. In questo Anno Accademico 2019-2020 il tema della lezione sarà l’Infinito, nel cuore della Matematica.