Roberto Peano è mancato ieri 24 marzo 2020. L’avevo incontrato a fine febbraio, era felice di venire a condividere con noi il suo viaggio in Sudan. Un amico di lunga data che ricordo con affetto, stima e gratitudine per la collaborazione con l’Unitre.(Clelia Enrici) Cuneese di nascita e di cultura, pronipote del matematico Giuseppe Peano e cugino della scrittrice Lalla Romano, ROBERTO PEANO si laurea nel 1974 in Scienze Politiche Indirizzo Internazionale con 110 e lode a Torino, ed entra nel mondo dei viaggi in Alpitour, ove -come Dirigente dal 1978- copre ruoli di peso nella Programmazione Viaggi e poi come Aviation Director. Come Responsabile della parte aerea, contribuirà altresì alla creazione nel 2002 di Neos, prestigiosa Compagnia Aerea del Gruppo, di cui farà parte del CdA. Appassionato di viaggi prima ancora di entrare nel mondo del lavoro, si reca già nel lontano 1972 in Afghanistan in pulmino e nel 1974 in Groenlandia partecipa alla Spedizione Alpinistica del CAI di Cuneo. Viaggi e Montagna, infatti, costituiranno entrambi dalla giovane età e sino ad oggi –a 67 anni- i terreni di espressione a lui più congeniali (viaggi nei posti meno conosciuti del mondo e arrampicata e sci ripido soprattutto, ma non solo, nel Cuneese).