L’associazione nasce a Valdieri nel 2010 grazie alla collaborazione di un piccolo gruppo di amici e di enti territoriali locali. Oggi si compone di nove membri e si propone di salvaguardare e valorizzare il patrimonio culturale del paese, costituito dalla sua storia, dalle sue tradizioni, dall’ambiente e dalla lingua, perseguendo contemporaneamente finalità sociali: l’importanza delle esperienze di vita degli anziani da trasmettere ai giovani. Ad oggi l’attività si è concretizzata con la realizzazione di tre volumi di storia locale e in una sertie di iniziative minori, mostre concorsi serate a tema. Ultima fatica è il filmato che viene presentato oggi: sei scene che scaturiscono da interviste o racconti sui diversi aspetti della vita del paese, lavoro. Svago, emigrazione, nei primi cinquant’anni del secolo scorso. Lo scopo primario è quello di far sentire, documentare, conservare e tramandare una testimonianza della lingua locale, il dialetto molto particolare di Valdieri, l’occitano del “chié”. L’associazione continua il suo lavoro sono in allestimento un archivio fotografico storico consultabile, un percorso illustrato del paese ed un vocabolario della lingua occitana valdierese