Gianni Vercellotti è un validissimo avvocato penalista, che già nel 1975 la rivista “Class” elencava tra i migliori avvocati d’Italia. Ma, soprattutto, è sempre stato un grande viaggiatore. Ha conciliato i molti processi di interesse nazionale con la curiosità per il mondo e le sue diversità, partecipando a spedizioni impegnative in Nuova Guinea, Tibet, Sud America e nell’Africa nera e sahariana, visitando ben 137 paesi. Dai suoi viaggi sono nati libri come: “Fra pietre lontane”, “Africa gli ultimi fuochi”, “Kubu” “Labirinto – Tra viaggi e storia”. Ha scritto inoltre diverse monografie ed un libro di riflessioni politiche, “La rete vuota. Italia 1963-1993”.