La storia della Confraternita e dell’Ospedale Santa Croce dall’origine ad oggi

Caricamento Eventi
Questo evento è passato.

L’ospedale di Santa Croce fu istituito alla fine del XIII secolo dalla Fraternità dei Disciplinati, diventata poi Confraternita di Santa Croce. L’ospedale assisteva gratuitamente i poveri, gli infermi, i pellegrini e i neonati abbandonati dai genitori; alla fine del Cinquecento, la Confraternita istituì anche il Monte di Pietà, per venire incontro alla povera gente che aveva bisogno di un piccolo prestito di denaro a un modico tasso d’interesse. Nel Settecento, la Confraternita realizzò due importanti opere che sono giunte fino a noi: la chiesa di Santa Croce e l’edificio del grande ospedale, che rimase in attività fino al 1960, quando fu inaugurata la nuova sede in Via Michele Coppino. Dal 1836 le Suore di San Giuseppe Cottolengo presero servizio nell’ospedale Santa Croce, prodigandosi con grande merito fino al 1999. Nel 1855 la Confraternita di Santa Croce ebbe anche un ruolo di primo piano nell’istituzione della Cassa di Risparmio di Cuneo. La Confraternita gestì l’ospedale e le opere annesse fino al 1895, quando si trovò a essere in minoranza nel Consiglio d’Amministrazione per effetto della legge sulle Istituzioni Pubbliche di Beneficenza voluta dal Governo di Francesco Crispi; uscì definitivamente dalla gestione dell’ospedale con l’avvio del Servizio Sanitario Nazionale del 1978. Oggi l’Azienda Ospedaliera “Santa Croce e Carle” è un Ente di rilievo nazionale e di alta specializzazione, collocata ai primi posti tra i migliori ospedali d’Italia. La comunità cuneese ha sempre sostenuto lo sviluppo del “suo” ospedale, con numerose donazioni, e dal 1992 con il generoso sostegno finanziario della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo. La lezione è accompagnata dalla proiezione di slide.

 

RELATORe: Giovanni CERUTTI

Torna in cima