Lo Stabat Mater di Rossini tra Madrid, Parigi e Bologna

Caricamento Eventi
Questo evento è passato.

La rocambolesca genesi di un capolavoro della musica religiosa italiana. Una conferenza multimediale di Gastón Fournier-Facio Il 18 di marzo del 1842 ebbe luogo, nella Sala dell’Archiginnasio di Bologna, la Prima Italiana dello Stabat Mater di Rossini. È vero che la Prima Assoluta della partitura aveva avuto luogo già il 7 gennaio dello stesso anno al Théatre Italien di Parigi. Ma, anche per il fatto che il compositore non era stato presente a quella esecuzione, è l’esecuzione bolognese quella che è passata alla storia. Inoltre, l’esecuzione del 18 marzo 1842 all’Archiginnasio è stata personalmente organizzata dal compositore stesso; ha avuto un direttore d’eccezione, Gaetano Donizetti, invitato dallo stesso Rossini; e il successo è stato a dir poco clamoroso. Nel corso della presentazione, la celebre esecuzione bolognese del 1842 verrà raccontata in grande dettaglio, nonché tutta la travagliata storia della composizione dello Stabat Mater, l’unica fra tutte le partiture di Rossini per la quale il compositore ha impiegato più di 10 anni prima di arrivare alla sua versione definitiva, fra viaggi a Madrid, polemiche giudiziarie a Parigi e, finalmente, il grandioso trionfo a Bologna. A parte il Barbiere di Siviglia, lo Stabat Mater è la partitura di Rossini che in assoluto ha avuto più successo durante la vita del compositore. Non solo la sua rocambolesca genesi, ma anche il messaggio profondo del celebre testo di Jacopone da Todi musicato da Rossini, nonché la perfetta struttura formale della partitura verranno ampiamente illustrate attraverso decine di proiezioni di immagini e documenti d’epoca, tutto corredato da ascolti-CD dei passaggi più rappresentativi dell’opera.

 

RELATORE
Gaston FOURNIER FACIO

Torna in cima