Milano Linate-8 ottobre 2001 Il più grande disastro aereo degli ultimi 100 anni

Caricamento Eventi
Questo evento è passato.

Il giorno 8 ottobre 2001, alle ore locali 08.10, sull’aeroporto di Milano Linate su cui gravava una fitta nebbia, si è verificato il più grave incidente aereo occorso in Italia negli ultimi 100 anni. L’aereo della compagnia SAS, programmato per operare il volo da Linate a Copenhaghen, durante la fase di decollo impattava un aereo taxi tedesco programmato per effettuare un volo da Linate a Parigi Le Bourget. L’aereo Boeing MD 87 SAS, identificato con il nominativo radio “SK 686”, aveva a bordo due piloti, quattro assistenti di volo e 104 passeggeri. L’aereo taxi Cessna 525, identificato con il nominativo radio “D-IEVX”, aveva a bordo due piloti e due passeggeri. La collisione tra i due aerei è avvenuta sulla pista di decollo principale dell’aeroporto, identificata come “RWY 36R” (Runway 36 Right – Pista 36 Destra). L’aereo taxi – Cessna si spezzava in tre tronconi e rimaneva in fiamme sulla pista. L’aereo SAS – MD 87 continuava la sua corsa oltre la fine della pista impattando violentemente una costruzione aeroportuale destinata allo smistamento dei bagagli. Tutti gli occupanti dei due aeromobili perdevano la vita insieme a quattro addetti allo smistamento bagagli che stavano lavorando all’interno della suddetta costruzione; altri quattro operai, che si trovavano nel locale, riportavano lesioni di varia entità. L’inchiesta è stata condotta dal Comandante Giancarlo Cagnoni, investigatore incaricato dall’Agenzia nazionale per la sicurezza del volo. Allo svolgimento delle operazioni hanno collaborato gli investigatori danesi, norvegesi, svedesi per conto della compagnia aerea SAS; investigatori tedeschi per conto dei piloti dell’aereo taxi e investigatori americani per conto della casa costruttrice dei due aeroplani. Il Comandante cercherà di spiegare, nel modo più semplice possibile, gli eventi che hanno causato questo terribile evento.

RELATORE: Giancarlo CAGNONI

Torna in cima