Concerto Orchestra Bartolomeo Bruni

Caricamento Eventi
Questo evento è passato.

L’incontro proposto conterrà momenti significativi di concerti svolti dal 2013 ad oggi in occasione delle Stagioni Musicali “Bruni d’autunno”, che da 8 anni rappresentano il fiore all’occhiello dell’attività dell’orchestra Bruni ed offrono la rara opportunità di ascoltare dal vivo a Cuneo, al teatro Toselli ed in altre sedi significative della città, le più belle pagine del grande repertorio sinfonico e
cameristico di tutti i tempi. Nella prima parte seguiremo  estratti di concerti dal vivo delle passate edizioni: si tratta di grande musica, eseguita da solisti di alto livello sotto la direzione di Maestri di chiara fama coi quali l’orchestra collabora
regolarmente. Oggetto della seconda parte sono invece alcuni estratti dei 3 concerti eseguiti in modalità streaming al Teatro Toselli nello scorso mese di dicembre. Per effetto del lockdown l’orchestra nel 2020 ha dovuto ridimensionare la sua attività, ma non ha assolutamente voluto fermarsi, come dimostrano alcuni concerti eseguiti in estate. Nella consapevolezza che una società evoluta non possa accettare l’idea di un impoverimento culturale, ha aderito al progetto del Comune “Un Teatro come casa”, proponendo 3
dei 5 concerti della Stagione “Bruni d’autunno 2020” in streaming. Si tratta di concerti con organici ridotti, che consentono il distanziamento tra i musicisti. Suonare senza pubblico è difficile, è come parlare con la segreteria telefonica: manca quello scambio di energia che dal pubblico passa all’esecutore, ricaricandolo. L’orchestra ha però pensato che valga la pena sopportare questa
brutta sensazione di vuoto, per mantenere il contatto virtuale col pubblico che in tanti anni ha sostenuto le sue iniziative e per non perdere l’abitudine di suonare in concerto, nella speranza che prima o poi si possa ripartire. Il primo concerto ha proposto alcune composizioni del periodo classico eseguite dall’Ottetto “Krommer”, una formazione di strumentisti a fiato dell’orchestra Bruni. Il
secondo concerto, ad opera del Quartetto “Amouage”, ha reso omaggio a Beethoven, nei 250 anni dalla nascita, con l’esecuzione del quartetto op. 18 n° 4, seguito dal quartetto “Americano” di Dvořάk. Nel terzo concerto l’orchestra d’archi, sotto la direzione del giovane Nicolò Jacopo Suppa, ha esordito con un doveroso omaggio alle vittime covid, eseguendo l’elegia “Crisantemi” di Puccini,
ha poi accompagnato la giovane talentuosa contrabbassista Alessandra Avico nel 2° concerto in si minore di Bottesini, per cimentarsi a conclusione del concerto nella difficilissima Serenata op. 22 di Dvořάk. Sarebbe troppo lungo presentare i curricula dei solisti e dei direttori d’orchestra, per cui si rimanda alle notizie contenute nel sito dell’orchestra www.orchestrabruni.it.

BUON ANNO 2021

Torna in cima