Donne troppo belle per la matematica

Caricamento Eventi
Questo evento è passato.

In occasione della Festa della Donna parleremo di donne che con la loro intelligenza creativa hanno determinato il progresso nella matematica e nella società. Nel medioevo le pochissime donne di scienza erano relegate nei conventi. Nel 1600 e 1700 le scienziate sono ricordate nella dimensione collettiva, come le astronome di corte, o si rivelano nei salotti di Milano e Parigi. Solo alla fine del 1800 sono ammesse all’università, mentre l’accesso alle professioni, iniziato nel secolo scorso, continua ad essere una conquista ancora ai giorni nostri. Curiosamente Alfred Nobel ha omesso la matematica dai premi della sua Fondazione, e comunque il suo non sembra essere un Premio per donne. Il massimo riconoscimento nella matematica è la Medaglia Fields, che nel 2014, per la prima volta dopo 80 anni, è stata consegnata ad una donna. Vogliamo fare nostro l’augurio espresso da Maryam Mirzakhani nel ricevere il premio: “Spero che questo riconoscimento sia d’ispirazione per le ragazze più giovani, che inizino a credere nelle proprie capacità e sperare di essere loro le vincitrici del futuro”.

 

RELATORE
Gemma GHIGO

Torna in cima