La Confraternita di San Dalmazzo Protomartire del territorio cuneese

Caricamento Eventi
Questo evento è passato.

San Dalmazzo, giovane romano vissuto nel III secolo d.C., è il primo martire cristiano del territorio cuneese. Egli fece di Pedona (oggi Borgo San Dalmazzo) il centro della sua opera evangelizzatrice e, dopo la sua morte, il suo culto ebbe un’ampia diffusione che si estese ben oltre il territorio cuneese, in Piemonte, Liguria, nell’oltralpe francese delle Alpi Marittime e Nizzardo, in Lombardia, in Emilia e in Toscana arrivando fino a Roma. La continuità del culto del santo è stata garantita anzitutto dai monaci della grande abbazia benedettina di Pedona, fiorita sulla prima cella memoriae dedicata al santo, poi, dal XV secolo, dopo il tramonto dell’abbazia, è stata curata in modo particolare dalla Confraternita di San Dalmazzo che oggi, dopo mezzo secolo di silenzio, ha ripreso il suo cammino spirituale adattandolo ai tempi moderni e alle temperie attuali. In questa occasione si illustrerà il ruolo non solo religioso, ma sociale e culturale svolto per cinque secoli dalla Confraternita e si cercherà di rispondere alla domanda di fondo: qual è il significato della sua rinascita nel contesto attuale?

 

RELATORE: Walter CESANA

Torna in cima